Occupazione e rigenerazione urbana, intesa ANCI-Alleanza delle Cooperative Emilia-Romagna - ANCI Emilia-Romagna

Skip to main content
Sei in: Home - Sala Stampa - Comunicati - Occupazione e rigenerazione urbana, intesa ANCI-Alleanza delle Cooperative Emilia-Romagna  

Occupazione e rigenerazione urbana, intesa ANCI-Alleanza delle Cooperative Emilia-Romagna

Bologna, 24 gennaio 2018

Intesa in 12 punti tra ANCI e Alleanza delle Cooperative (Legacoop, Confcooperative e Agci) dell’Emilia-Romagna. Comuni e cooperative collaboreranno per arricchire i territori e le comunità sul piano relazionale, su quello dell’occupazione - con un occhio di riguardo per i giovani - e nella rigenerazione delle realtà urbane e territoriali.

Un’intesa a tutto campo quella sottoscritta nei giorni scorsi tra l’Associazione Nazionale Comuni Italiani dell’Emilia-Romagna e l’Alleanza delle Cooperative Italiane dell’Emilia-Romagna, l’associazione alla quale hanno dato vita Legacoop, Confcooperative e Agci.

L’intesa si muove in sintonia con il Patto per il Lavoro sottoscritto a livello regionale e costituisce la premessa per dare vita a livello locale a una serie di iniziative che hanno lo scopo di arricchire i territori e le comunità sul piano relazionale, su quello occupazionale - con un occhio di riguardo per quella giovanile - e nella rigenerazione delle realtà urbane e territoriali.
Con l’Intesa, Comuni e le cooperative si riconoscono come partner dello sviluppo regionale, uno sviluppo che con la crisi ha conosciuto mutamenti irreversibili.

“Abbiamo fatto ingresso – è scritto nel documento – in un nuovo paradigma in cui contano maggiormente altri parametri: l’indice di sviluppo umano, il grado di sostenibilità sociale e ambientale della crescita, una diversa divisione del lavoro a livello globale e una più equa distribuzione della ricchezza”.

Cooperazione e Comuni si muovono all’interno di questa nuova visione e si impegnano a collaborare nella prospettiva di individuare quali siano i bisogni delle comunità per articolare risposte concrete organizzandole anche sul piano imprenditoriale.

Daniele Manca,  Presidente di Anci Emilia-Romagna osserva: "Questo protocollo d'intesa ha l'obiettivo di arricchire le azioni positive del Patto per il Lavoro sottoscritto con la Regione Emilia-Romagna per fare in modo che i segnali di ripresa macro economica diffondano il loro effetto sul nostro sistema di imprese, sui livelli occupazionali e sulla qualità del lavoro. La forte presenza della realtà delle imprese cooperative è un valore aggiunto per il nostro articolato sistema imprenditoriale con il quale i Comuni collaborano ogni giorno per creare nuove occasioni di crescita, di reddito, di lavoro”.

“Questo protocollo – commenta il presidente di Alleanza Cooperative dell’Emilia-Romagna, Francesco Milza  – rappresenta l’occasione per ribadire il ruolo fondamentale della cooperazione come veicolo di innovazione e crescita per il tessuto economico regionale, oltre che come risposta alle esigenze occupazionali e di inclusione sociale delle categorie più in difficoltà come giovani, donne e disoccupati. L’accordo con ANCI Emilia-Romagna, in linea con il Patto per il Lavoro firmato con la Regione, interviene in una logica sussidiaria, mettendo a disposizione delle Amministrazioni comunali gli strumenti e le competenze del sistema cooperativo regionale che negli anni della crisi ha aumentato il numero di occupati".

Sostegno a nuove cooperative composte da giovani che vedono nell’autoimprenditorialità la possibilità di dare vita a occasioni di lavoro; sostegno ai Workers Buy Out , le cooperative che nascono da imprese in crisi o con problemi di ricambio generazionale; progetti di rigenerazione urbana e di riqualificazione ambientale; risposte alle mutate esigenze di welfare attraverso un rapporto di stretta collaborazione con le cooperative sociali, in particolare con quelle che vedono come soci lavoratori gli strati sociali più fragili della popolazione; ampliamento delle esperienze delle cooperative di comunità in ambito rurale e delle montagne e in quello urbano dove i bisogni di servizi si uniscono a bisogni di una rinnovata socialità: questi alcuni dei dodici titoli che compongono altrettanti aspetti dell’Intesa.

L’obiettivo è quello di rafforzare la coesione sociale e combattere la disgregazione e le fragilità mettendo in rete bisogni e competenze attraverso un lavoro congiunto, gomito a gomito, tra Enti Locali e cooperazione proponendo ai cittadini di essere protagonisti di una nuova fase nella vita delle comunità emiliano-romagnole e offrendo loro strumenti per realizzare idee e progetti.

Domande frequenti

 

Progetti speciali

  • Accordo fra Agenzia delle Entrate e Comuni per il recupero dell’evasione fiscale.

  • Percorsi, opportunità e strategie per i Comuni in Regione, in Italia e in Europa.

 

Calendario eventi

 
Mese prec. Dicembre 2018 Mese suc.
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
         
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31