MICHELE DE PASCALE, SINDACO DI RAVENNA, ELETTO PRESIDENTE ANCI EMILIA-ROMAGNA - ANCI Emilia-Romagna

Vai ai contenuti principali
Sei in: Home - Sala Stampa - Comunicati - MICHELE DE PASCALE, SINDACO DI RAVENNA, ELETTO PRESIDENTE ANCI EMILIA-ROMAGNA  

MICHELE DE PASCALE, SINDACO DI RAVENNA, ELETTO PRESIDENTE ANCI EMILIA-ROMAGNA

Bologna, 31 maggio 2018

Questa mattina l'assemblea dei Sindaci dell'Emilia-Romagna aderenti all'ANCI ha eletto all'unanimità con voto palese Michele de Pascale  Presidente di ANCI Emilia-Romagna. L'elezione del nuovo presidente segue la conclusione del secondo mandato del Sindaco di Imola, Daniele Manca , eletto Senatore il 4 marzo, che ha guidato l'associazione per 8 anni.

L'assemblea di questa mattina si è svolta a Bologna presso la sede del Quartiere Navile (Sala Masina - Via di Saliceto 3/20) ed è stata convocata da Fabio Fecci , Sindaco di Noceto e Vice-Presidente Vicario di ANCI Emilia-Romagna che dalle dimissioni di Manca a fine gennaio fino ad oggi ha guidato l'Associazione.

Dopo l'apertura dei lavori da parte di Fabio Fecci e la relazione di Michele de Pascale sono intervenuti nel dibattito:

Fabio Callori Vice-Sindaco di Caorso, Matteo Cattani  Vice-Sindaco di Corniglio e coordinatore regionale ANCI Giovani, Emanuele Cavallaro  Sindaco di Rubiera e coordinatore ANCI provincia di Reggio-Emilia, Alberto Bellelli  Sindaco di Carpi e responsabile welfare per ANCI ER, Mauro Bigi Sindaco di Vezzano sul Crostolo e coordinatore ANCI ER dei piccoli Comuni; Daniele Bassi  Sindaco di Massa Lombarda e coordinatore ANCI della provincia di Ravenna; Alice Parma  Sindaco di Sant’Arcangelo di Romagna e coordinatore ANCI della provincia di Rimini; Sergio Maccagnani  Sindaco di Pieve di Cento e coordinatore ANCI della provincia di Bologna; Michele Giovannini  Sindaco di Castello d’Argile; Domenica Spinelli Sindaco di Coriano.

Di seguito riportiamo la sintesi dei punti salienti della relazione di Michele de Pascale.

In Emilia-Romagna l'Associazione Nazionale Comuni Italiani è una grande realtà: associamo 315 Comuni su 331, pari al 95% dei Comuni della nostra Regione.
ANCI Emilia-Romagna intende assicurare pari rappresentanza  ai 55 Comuni sopra i 15.000 abitanti, ai 137 Comuni fra i 15.000 e i 5.000 abitanti, ai 139 piccoli Comuni sotto i 5.000 abitanti, alle 43 Unioni dei Comuni, alla città metropolitana di Bologna. E daremo la necessaria attenzione ai nostri 125 Comuni Montani. ANCI proseguirà inoltre il proprio impegno a sostegno dei Comuni del cratere del terremoto 2012 insieme alla Regione.

A livello nazionale i temi da sottoporre al Parlamento sono principalmente due: l’autonomia fiscale , riprendendo il filo delle proposte bruscamente interrotto quando si è archiviata la local tax, e l’autonomia regolamentare , in primo luogo per sburocratizzare. Naturalmente sosteniamo la proposta di ANCI Nazionale dal titolo "Liberiamo i Sindaci”.
Avanziamo questi temi non per noi ma perché i Comuni possano sostenere la ripresa dell'economia e dell'occupazione e assicurare una rete adeguata di servizi alla persona. Naturalmente sosteniamo anche l'iniziativa di legge popolare per l'educazione civica nelle scuole lanciata nei giorni scorsi.

ANCI Emilia-Romagna sostiene con forza l'iniziativa della Regione per ottenere più poteri in base all’articolo 116 della Costituzione . Se questo progetto andrà in porto come noi auspichiamo, sarà l'occasione per migliorare ancora l'assetto istituzionale (Comuni, Unioni, Province, Aree Vaste) e per rafforzare anche qui l’autonomia fiscale e regolamentare degli enti territoriali.

Il secondo versante di grande rilievo è il positivo lavoro con la Regione Emilia-Romagna che riguarda l'attuazione del Patto per il Lavoro . Una delle prime iniziative che assumerò è la richiesta di un incontro con l'Assessore Sergio Venturi sul tema dell'accreditamento, come è stato deciso nell'ultima riunione della nostra Commissione welfare su proposta del Sindaco di Carpi Alberto Bellelli, nostro responsabile welfare.

In questi 8 anni l'ANCI Emilia-Romagna guidata da Daniele Manca - che ringrazio a nome di tutti i Sindaci - ha svolto in maniera molto efficace la propria azione associativa: ha realizzato la positiva fusione con Lega Autonomie, scelta che ci sollecita a proseguire sulla strada di unitarietà delle forme associative degli Enti territoriali; ha operato una razionalizzazione del proprio bilancio, come dimostra la decisione di trasferirci in una nuova sede che ci farà risparmiare il 40% delle spese all'anno .

Infine ringrazio il Sindaco di Noceto Fabio Fecci che continuerà a collaborare con noi nel ruolo di Vice-Presidente Vicario, e tutti i Sindaci e Assessori della regione che offrono la loro collaborazione alla vita della nostra Associazione.

20180531_112053

Domande frequenti

 

Progetti speciali

  • Accordo fra Agenzia delle Entrate e Comuni per il recupero dell’evasione fiscale.

  • Percorsi, opportunità e strategie per i Comuni in Regione, in Italia e in Europa.

 

Calendario eventi

 
Mese prec. Novembre 2021 Mese suc.
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30