Chiesto al governo un cambio di rotta strutturale nell'incontro di ieri degli amministratori emiliano-romagnoli con Piero Fassino - ANCI Emilia-Romagna

Vai ai contenuti principali
Sei in: Home - Primo Piano - Chiesto al governo un cambio di rotta strutturale nell'incontro di ieri degli amministratori emiliano-romagnoli con Piero Fassino  

Un nuovo patto Governo - Enti Locali

Giovedì 26 marzo 2015, gli amministratori emiliano-romagnoli hanno incontrato il Presidente di Anci nazionale Piero Fassino , per fare il punto sulle proposte dell'associazione dei comuni per uscire da una situazione di impasse che caratterizza il rapporto tra governo ed enti locali.

Moderatore dell'incontro il Vice Presidente Vicario Fabio Fecci,  che è poi intervenuto a sua volta illustrando il "Manifesto dei Sindaci della provincia di Parma", così come hanno portato il loro contributo altri Sindaci della Regione presenti in sala.

Ad aprire l'incontro il Presidente di Anci Emilia-Romagna Daniele Manca , per il quale "veniamo da un decennio di distorsione nei rapporti tra stato ed enti locali, durante i quali i comuni o hanno fatto da sostituti di imposta o hanno subito pesanti tagli lineari. In entrambi i casi, la situazione ha minato profondamente il rapporto fiscale tra sindaco e cittadini. Abbiamo bisogno quindi di una nuova stagione nei rapporti con il governo. In particolare si impone la necessità di un nuovo patto fiscale con i cittadini, che faccia pulizia nella pletora dei balzelli locali e indichi con chiarezza la strada della sostenibilità dei servizi".

Foto-1

 "Mi ritrovo nell'impianto proposto dal sindaco Manca - ha affermato il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini  - che è poco lamentatorio e molto propositivo. Dobbiamo lavorare insieme come sistema per la competitività dei territori. Se questo è, i comuni devono avere risposte alle domande fatte al governo ma, al contempo, devono lavorare per quelle riforme istituzionali e territoriali orami imprescindibili".
 
 Ha chiuso l'incontro il Presidente Fassino , facendo il punto sulle proposte di Anci che a breve dovrebbero confluire in uno specifico decreto Enti Locali, dal fondo perequativo IMU/TASI all’IMU agricola per i comuni montani, dalla rinegoziazione dei mutui alle risorse per le città metropolitane, all’annoso problema del patto di stabilità. 
 "Il nodo politico fondamentale - ha concluso Fassino - è che dobbiamo lasciarci alle spalle una fase in cui si è caricato sui comuni il risanamento della finanza pubblica più di altri, con una pesante perdita di autonomia. Ancora più del taglio delle risorse, è odiosa la riduzione dell'autonomia. La battaglia da fare è, allora, sulla riconquista dell'autonomia dei comuni".

Domande frequenti

 

Progetti speciali

  • Accordo fra Agenzia delle Entrate e Comuni per il recupero dell’evasione fiscale.

  • Percorsi, opportunità e strategie per i Comuni in Regione, in Italia e in Europa.

 

Calendario eventi

 
Mese prec. Novembre 2017 Mese suc.
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30