Assemblea ANCI Emilia-Romagna con Bonaccini: forte consenso dei sindaci intervenuti a maggiore autonomia - ANCI Emilia-Romagna

Vai ai contenuti principali
Sei in: Home - Primo Piano - Assemblea ANCI Emilia-Romagna con Bonaccini: forte consenso dei sindaci intervenuti a maggiore autonomia  

Assemblea ANCI Emilia-Romagna con Bonaccini: forte consenso dei sindaci intervenuti a maggiore autonomia

Bologna, 19 settembre 2017

COMUNICATO STAMPA

ASSEMBLEA ANCI EMILIA-ROMAGNA CON BONACCINI: FORTE CONSENSO DEI SINDACI INTERVENUTI A MAGGIORE AUTONOMIA

Si è svolto questa mattina a Bologna (ore 10.30-13.00 c/o sala Consiliare del Quartiere Porto/Saragozza) l’incontro con i Sindaci della regione, organizzato da ANCI Emilia-Romagna per discutere il Documento di indirizzi approvato dalla Giunta Regionale che avvia il percorso previsto dall'articolo 116, comma III, della Costituzione per l’attribuzione alle Regioni con i conti in ordine di ulteriori ‘forme e condizioni particolari di autonomia’ . Percorso che la Regione ha avviato negli ultimi mesi e che sta portando avanti attraverso alcuni tavoli di lavoro che coinvolgono le parti sociali.

Ha introdotto il tema Daniele MANCA , Sindaco di Imola e Presidente ANCI Emilia-Romagna, seguito da Stefano BONACCINI , Presidente della Regione Emilia-Romagna.
Al centro del confronto i quattro ‘pilastri’ su cui la Regione ha scelto di concentrare il percorso per il potenziamento dell’autogoverno del proprio sistema territoriale, in coerenza con le priorità del Programma di mandato della Legislatura in corso, e su cui ha costruito nel tempo forti competenze e know how :

  • la tutela e la sicurezza del lavoro, l’istruzione tecnica e professionale
  • l’internazionalizzazione delle imprese, la ricerca scientifica e tecnologica, il sostegno all'innovazione
  • il territorio e la rigenerazione urbana, l’ambiente e le infrastrutture
  • la tutela della salute.

Come sottolineato in apertura da Manca e Bonaccini e come ripreso anche dall’assessore regionale al bilancio e riordino istituzionale Emma PETITTI , l’iniziativa si colloca nella prospettiva di incrementare gli standard di rendimento delle istituzioni, con una forte attenzione al tema della riorganizzazione degli assetti e delle funzioni attribuite alle Province e alla stabilizzazione delle Unioni di Comuni.

Forte consenso verso i contenuti del documento e la necessità di favorire la semplificazione dell’attività amministrativa e di accompagnare le comunità verso forme attive di partecipazione a sostegno del modello di sviluppo scelto, è stato espresso negli interventi dei sindaci di Faenza  Giovanni MALPEZZI, Quattro Castella  Andrea TAGLIAVINI, Savignano sul Rubicone  Filippo GIOVANNINI, Vigarano Mainarda  Barbara PARON, Castello d’Argile  Michele GIOVANNINI, Santarcangelo di Romagna  Alice PARMA, Rimini  Andrea Gnassi e Cotignola  Luca PIOVACCARI, come anche dal sindaco di Bologna  e Presidente della Città Metropolitana  Virginio MEROLA, e da Massimo CASTELLI, sindaco di Cerignale  e Coordinatore nazionale ANCI Piccoli Comuni .

L’iniziativa della Giunta prevede, a conclusione del percorso di condivisione regionale, l’apertura del confronto con il Governo. Perché il percorso vada in porto infatti è necessaria una legge dello Stato approvata dal Parlamento a maggioranza assoluta.

IMG_5960

Domande frequenti

 

Progetti speciali

  • Accordo fra Agenzia delle Entrate e Comuni per il recupero dell’evasione fiscale.

  • Percorsi, opportunità e strategie per i Comuni in Regione, in Italia e in Europa.

 

Calendario eventi

 
Mese prec. Settembre 2017 Mese suc.
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
       
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30